f

Fatto a Mano

PASSIONE VIVA

a cura di Marco A. Mutinati
Pubblicato il 30/07/2012

Fatto a mano. Hand made. Una indicazione sempre più rara nel mondo industrializzato che viviamo e, spesso, motivo di incredulità per la gran quantità di "falsi" che ritroviamo nel mercato.

Eppure la manualità artigiana esiste ancora, troppo spesso nascosta e non evidenziata da coloro che con le mani forgiano, incidono, levigano, colorano, modellano... e, impegnati nel fare, non dedicano tempo a comunicare (anche perché, orgogliosi del loro sapere, ritengono che a comunicare siano i loro stessi manufatti).

Clienti e amici mi portano spesso su questo tema e mi chiedono come riconoscere un "fatto a mano". Prima sorrido, pensando che nonostante si viva l'era della informazione globale, la relazione di fiducia è più che mai sentita come bisogno necessario nel momento della scelta, della decisione importante.

Poi entro nel ruolo che professionalmente mi compete ed evidenzio che l'esperienza e la conoscenza dei processi produttivi sono l'unica risorsa disponibile per individuare un Hand Made. Le macchine, meglio dire i robot della nostra era industriale, sono capaci di emulare molti processi manuali ma, per fortuna, non disponendo (ancora) di creatività e sensorialità devono cedere dinanzi a ciò che di sensi e passione VIVE.

TULIP1TULIP2              TULIP3FLOW1FLOW2FLOW3GLACE'1GLACE'2GLACE'3SCACCO1SCACCO2SCACCO3FLEUR1FLEUR2FLEUR3