f

Divano che Passione

LEGAME INDISSOLUBILE

a cura di Marco A. Mutinati
Pubblicato il 30/07/2012

Ho appena aperto gli occhi, guardo l’orologio: le 5.57. Un attimo di smarrimento per poi accorgermi che non sono a letto ma…sul mio divano!

Con il primo caffè fumante mi riaccomodo a guardare l’alba e mi ritrovo a pensare a lui e alla nostra intesa. Sembra animato, non più oggetto ma parte simbiotica di me, “corrispondenza d’amorosi sensi”. Sorridendo mi dico: è preoccupante! Mi conforta non essere il solo, considerato che nella famiglia più famosa al mondo, I Simpson, ritrovo lo stesso rapporto amoroso.


Caro amico, come sei cambiato negli ultimi anni. Da semplice ammasso di molle dove il solo sedersi era già un’impresa (ho ancora il ricordo epidermico del sofà di mio nonno), ad elemento d’arredo indispensabile per il vivere quotidiano: con te ci si rilassa e ci si ritrova, si accolgono gli amici e si guarda la TV, si lavora, si studia, si legge, si dà spazio alla passione, si liberano i pensieri.


Minimale o no, small o extra large, il divano di oggi si declina in infinite variabili per soddisfare le più diverse esigenze. E non è solo una questione di forma: perché si dimostri all’altezza dei nostri desideri è essenziale scoprirne le qualità “nascoste”. Ecco i miei preferiti.
Posso dirlo: non toglietemi il mio divano!

Div01Div02Div03Div04Div05Div06Div07              Div08Div09Div10Div11Div12Div13